Trends

L’era dei pagamenti digitali è arrivata

Gabriela Porto
Gabriela Porto October 27, 2021
L’era dei pagamenti digitali è arrivata

Nel corso degli anni il denaro è passato attraverso molte forme: oro, metallo, banconote, assegni, carte di credito e di debito e altro ancora. È diventato il mezzo di pagamento convenzionale perché è facile da trasportare, misurare e spendere. Dalle normali transazioni in contanti ai bonifici bancari e ai collegamenti con codici QR, i metodi di pagamento si sono evoluti costantemente sia online sia offline, ma soprattutto online. Alcuni dicono anche che il futuro è senza contanti a causa delle transazioni digitali che stanno rivoluzionando i pagamenti, spinti sia dalla pandemia di COVID-19 sia dall’aumento dello shopping online. 

Ma cosa sono i pagamenti digitali, come influenzano i clienti e le aziende in tutto il mondo e come gestire in modo sicuro questo nuovo flusso di denaro? 

Addio contanti, benvenuti pagamenti digitali!

I pagamenti digitali sono tutti i tipi di pagamenti effettuati su internet e sui canali mobili senza alcun trasferimento fisico di fondi. Usare il portafoglio digitale del tuo telefono per comprare un caffè nel tuo negozio locale o digitare i dati della tua carta di credito in un’app per ordinare sono alcuni esempi di metodi di pagamento online. 

Sono noti per essere facili e contactless, ma anche sicuri e protetti. Improvvisamente, grazie ai pagamenti digitali, il denaro contante ha smesso di essere indispensabile quando si esce di casa.

Se questi metodi di pagamento sono nati come un tentativo per rendere più semplici le esperienze di acquisto sia online sia offline, sicuramente ora sono diventati un servizio essenziale che ogni retailer online deve offrire. Alcuni anni fa sono emerse nuove abitudini e pratiche dei consumatori legate al denaro e ai metodi di pagamento, ma l’adozione dei pagamenti digitali è stata fortemente accelerata dalla pandemia di COVID-19, dalle politiche di distanziamento sociale e dalle serrate dei negozi fisici che hanno portato alla conseguente crescita delle vendite dell’ecommerce.

Con oltre 1,2 miliardi di conti digitali  registrati in 96 paesi, attualmente il denaro digitale sta diventando sempre più popolare in tutto il mondo. Nel dicembre 2020 più di 70 miliardi di dollari sono stati trasferiti attraverso questi strumenti e la ricerca mostra che questa tendenza sarà duratura.

Convenienza per clienti e retailer

Offrendo una serie di metodi di pagamento completamente digitali ai clienti, le aziende sono in grado di offrire anche diversi vantaggi come politiche di cashback, pagamento istantaneo, ricevute e tassi di interesse più bassi.

Il pagamento deve essere visto come una parte del processo di acquisto e non solo come una conseguenza di esso. Ecco perché le esperienze di checkout contano così tanto quando si parla di pagamenti digitali: è la parte più cruciale del processo di acquisto online e perfezionare questo flusso garantisce un tasso di abbandono del carrello più basso. 

Secondo uno studio pubblicato nel novembre 2020, alcune delle ragioni per abbandonare un carrello riguardavano il processo di checkout troppo lungo/complicato, la mancanza di fiducia nel fornire le informazioni della carta di credito e metodi di pagamento insufficienti. Analizzando questi dati, eseguendo test e controllando i risultati, i retailer online possono iniziare a trarre il massimo risultato dai pagamenti digitali e usarli per aumentare il loro tasso di conversione.

Più sono meglio è?

I clienti sceglieranno dove comprare a seconda del tipo di soluzioni di pagamento offerte, ma questo non significa che offrire più opzioni possibili sia l’ideale. Il costo totale di proprietà quando si tratta di metodi di pagamento deve comprendere numerose variabili come la sicurezza e il sistema antifrode, i tassi di interesse sulle diverse politiche di pagamento, le preferenze dei clienti e se i metodi scelti si adattano alle esigenze del tuo modello di business.

Ecco perché ti consigliamo, prima di tutto, di conoscere il tuo cliente e di capire quali sono le carenze della tua azienda nell’ambito dei pagamenti. Molti acquirenti preferiscono usare i metodi di pagamento online perché sono facili e pratici. E le novità semplici, facili e sicure, possono diffondersi a macchia d’olio. In questo modo le aziende possono aumentare le entrate e fidelizzare i clienti grazie alla comodità.

Sicurezza e affidabilità

I nuovi metodi di pagamento digitale hanno reso facile per i clienti l’acquisto di beni online, ma, d’altra parte, la fiducia è una questione delicata. È una storia vecchia quanto internet quella delle persone che dovrebbero stare attente a dove inseriscono informazioni sensibili, come i dati dello strumento di pagamento. 

Questo è uno dei motivi per cui i portafogli digitali sono così importanti e applicazioni come PayPal e Payoneer hanno così tanto successo. Il cliente deve inserire le sue informazioni solo una volta e in un solo posto, senza doversi preoccupare della sicurezza dei dati quando salta da un sito ecommerce all’altro. È anche incredibilmente sicuro, perché funziona con la tokenizzazione, un sistema che genera informazioni virtuali per ogni transazione piuttosto che memorizzare dettagli finanziari e informazioni personali nel dispositivo. 

Ma è comunque importante rispettare gli strumenti di sicurezza online ed evidenziarli all’interno del sito web, nel caso in cui il cliente stia pagando in modo digitale ma ancora alla vecchia maniera. Etichette, lucchetti e certificati sono simboli che rassicurano i clienti diffidenti quando si tratta di provare un sito web nuovo per le transazioni digitali.

Regionalizzazione 

Ciò richiede una profonda comprensione delle preferenze del mercato locale, compresa la valuta e i metodi di pagamento, così come il rispetto dei regolamenti regionali, che possono essere complessi per chi viene dall’estero. Fortunatamente i fornitori di pagamento con la giusta portata, esperienza e scalabilità possono essere partner inestimabili per i commercianti quando entrano in nuovi mercati e molto probabilmente sono l’elemento che può fare la differenza tra il successo e il fallimento di un’azienda quando si espande. 

Esempi di pagamenti digitali

PayPal 

PayPal è presente da un po’ di tempo e tutti sanno di cosa si tratta: è stato uno dei primi servizi di pagamento digitale in assoluto, introdotto nel 1998 e che ha segnato il passo per il futuro del digital banking. Proprio l’anno scorso ha annunciato la sua nuova politica sulle criptovalute dove i clienti possono scambiare e tenere criptovalute sulla piattaforma. 

Stripe

Stripe offre un software di infrastruttura economica che accetta i pagamenti ed è utile nella gestione dei business online, siano essi grandi o piccoli. Recentemente partner di VTEX, Stripe aiuta ad abilitare sia le aziende globali sia quelle locali, aumentando i tassi di conversione attraverso una gamma diversificata di opzioni di pagamento, destinate a soddisfare le preferenze di tutti. I commercianti VTEX possono ora accettare Google Pay, insieme ai portafogli essenziali come Apple Pay e le opzioni più tradizionali. Inoltre, i metodi di pagamento locali possono essere abilitati con una semplice configurazione della cassa. Offrono anche altri prodotti, tra cui il suo strumento antifrode Radar, che aiuta a rilevare e bloccare le frodi utilizzando l’apprendimento automatico.

PIX

PIX è un metodo di pagamento istantaneo brasiliano che permette ai clienti con diversi conti bancari di trasferire denaro tra di loro senza pagare commissioni bancarie extra. La transazione avviene in tempo reale ed è disponibile 24/7. Attraverso la generazione di un codice QR, un link di pagamento o un codice numerico, i clienti possono pagare i loro acquisti sulle loro app bancarie attraverso il servizio finanziario PIX. 

Qual è il futuro dei pagamenti digitali

Il pieno potenziale del sistema di pagamento digitale non è ancora stato raggiunto. Creare e dominare i protocolli di sicurezza e rendere lo shopping più comodo e sicuro per i clienti è un’operazione complessa che, però, non offre una soluzione integrale. Ecco le possibilità future della rivoluzione dei pagamenti digitali.

Commercio transfrontaliero 

La pandemia ha aiutato a superare le frontiere e a collegare i paesi attraverso le relazioni internazionali. Il commercio transfrontaliero è un termine contemporaneo da tenere d’occhio. Il futuro è globale e i pagamenti digitali aiutano nel cambio di valuta e nei trasferimenti. 

Immagina quale livello di internazionalità si raggiungerebbe con l’acquisto di un prodotto in Perù, pagato in dollari USA attraverso un fornitore di pagamenti in Europa e consegnato in Australia. Ecco quanto questa faccenda può diventare globale. 

Nuovi tipi di valuta 

Molti siti web e marketplace stanno già accettando le criptovalute come valuta scambiabile, dimostrando che le tendenze blockchain sono durature, specialmente con la popolarità dei Bitcoin. App come BitPay e Circle stanno già offrendo integrazioni ai siti di ecommerce e ci sono già numerose possibilità d’acquisto, dai fast food alle automobili. 

Un futuro senza contanti?

Il pagamento senza contanti sta prendendo piede da un po’ di tempo. Alcuni ristoranti in Europa e negli Stati Uniti avevano già politiche senza contanti anche prima che arrivasse la pandemia, ma non c’è dubbio che questa tendenza è solo all’inizio. Più sicuro, più facile da trasportare e senza il fastidio di prelevare denaro ogni volta che hai bisogno di qualcosa. L’abitudine sta lentamente, ma inesorabilmente, diventando digitale.

Leggi altre: storie simili a questa
Trends

Tendenze future nell’ecommerce: Una breve panoramica

Se il 2020 è stato per molti l’anno della digitalizzazione, il 2021 appartiene certamente all’area dell’ecommerce. Mentre i…

Sorana Gheorghiade
Sorana Gheorghiade
Trends

Netflix, Walmart e la nuova era dei negozi di merchandising

Recentemente Netflix e Walmart US hanno annunciato una collaborazione relativa a un negozio online di merchandising ispirato alle…

Andreea Pop
Andreea Pop
Trends

Usedesk, il vincitore di VTEX Accelerator, ottimizza il servizio clienti

Nelle operazioni di ecommerce di solito si crede che quando si tratta di servizio clientI sia necessario scegliere…

Lalo Aguilar
Lalo Aguilar
Trends

I 4 retailer che dimostrano l’efficacia del Live Shopping

Il Live Shopping, l’esperienza di acquisto online che combina un video in diretta con le funzionalità di un…

Lalo Aguilar
Lalo Aguilar
Trends

Dropshipping: che cos’è?

Quando si tratta di gestire un’operazione ecommerce, bisogna prendere in considerazione diversi fattori chiave, specialmente quelli che riguardano…

Gabriela Porto
Gabriela Porto
Trends

L’azienda che ha vinto VTEX Accelerator, Photoslurp, mescola i contenuti creati dagli utenti all’ecommerce

I social network hanno trasformato milioni di persone in creatori di contenuti durante l’ultimo decennio. L’ascesa degli influencer…

Lalo Aguilar
Lalo Aguilar
Trends

L’ascesa degli abbonamenti nel settore del retail

Il modello degli abbonamenti nel panorama del retail non è una novità: è sempre stato presente, anche molto…

Gabriela Porto
Gabriela Porto
Trends

ChatCenter, vincitore del VTEX Accelerator Program, sta umanizzando l’assistenza clienti nell’ecommerce

L’automazione richiesta dall’ecommerce ha permesso sia alle aziende di risparmiare sui costi legati alle vendite sia ai clienti…

Lalo Aguilar
Lalo Aguilar
Trends

Il modello dell’economia circolare: buone pratiche per l’ecommerce

“Economia circolare” è diventata un’espressione estremamente popolare negli ultimi anni. L’economia circolare viene percepita come la soluzione all’attuale…

Sorana Gheorghiade
Sorana Gheorghiade
Scoprine di più