Trends

L’ascesa degli abbonamenti nel settore del retail

Gabriela Porto
Gabriela Porto September 16, 2021
L’ascesa degli abbonamenti nel settore del retail

Il modello degli abbonamenti nel panorama del retail non è una novità: è sempre stato presente, anche molto prima del boom del commercio digitale. Giornali e riviste lo hanno adottato per anni e, con l’aumento delle app di streaming come Spotify e Netflix, la cultura degli abbonamenti ha coinvolto quasi tutti i servizi. Dai generi alimentari agli articoli di bellezza, dai libri agli snack e ad altri prodotti di rifornimento, si può dire che le aziende interessate agli abbonamenti siano in aumento.

Perché abbracciare il modello di business degli abbonamenti?

Così come altri servizi online, i servizi di abbonamento nel retail sono stati incentivati dalla pandemia del COVID-19: durante la crisi sanitaria si è infatti verificata una crescita del 41% nelle adesioni. Secondo Charged Retail, a partire dal 2021 oltre il 32% delle aziende britanniche offre servizi in abbonamento e il 71% ha dichiarato che gli abbonamenti hanno aiutato a mantenere il flusso di cassa durante il primo lockdown del Regno Unito. 

Dal 2014 si è verificato un tasso di crescita dell’890% e le proiezioni sono in continuo aumento. Ecco una panoramica dei diversi modelli di business in abbonamento e di come possono avere un impatto positivo sui clienti e sui brand.

Articoli di rifornimento: automatizzare le faccende quotidiane

Cibo (per te o per il tuo animale domestico), cosmetici, prodotti per la salute e persino spazzolini da denti e dentifrici possono essere consegnati a domicilio su base ricorrente. L’acquisto di questi articoli contenuti in scatole in abbonamento (in inglese, subscription boxes) offre ai clienti un’esperienza d’acquisto comoda e scorrevole, senza la necessità di dover ordinare i prodotti settimanalmente o mensilmente.Negozi di alimentari, aziende di bellezza, negozi di prodotti per animali e farmacie sono i principali venditori ad offrire scatole in abbonamento. La catena di alimentari brasiliana Zona Sul, l’azienda di prodotti di bellezza Abiby e il fornitore di ricette specifiche e cibo Quomi sono buoni esempi di aziende che offrono scatole in abbonamento per articoli di rifornimento.

Abbonamenti per accedere a contenuti sempre e ovunque

Questo tipo di abbonamenti è molto più conosciuto e popolare degli altri. Offre l’accesso a prodotti particolari, siano edizioni di riviste, ebook, immagini, video, servizi di streaming o qualsiasi altro contenuto. 

Un buon esempio di questo modello di abbonamento è Amazon Prime. Amazon combina diversi tipi di abbonamenti, offrendo contenuti on-demand, spedizioni gratuite e consegne il giorno successivo come parte integrante dei pacchetti in abbonamento.

Stanno diventando sempre più popolari anche gli abbonamenti ai giornali online e alle newsletter personalizzate e riguardanti argomenti specifici, come gli abbonamenti e le newsletter di Business Of Fashion, i cui argomenti spaziano dalla carriera ai contenuti esclusivi relativi ai trend della moda cinese.

Scatole con articoli selezionati: l’elemento sorpresa

Queste scatole contengono articoli scelti dal venditore, con la possibilità di offrire prodotti in promozione e/o pezzi esclusivi per gli abbonati. Questo è il tipo di abbonamento che crea curiosità e un senso di esclusiva. A volte il cliente è anche in grado di personalizzare ciò che vorrebbe ricevere da una determinata azienda.

Club dei caffè, club dei libri, scatole di giochi, abbonamenti a vinili… Qualsiasi cosa! Tutto ciò che porta i clienti in un percorso di scoperta e crea contemporaneamente connessioni significative rientra nella descrizione delle scatole con articoli selezionati. Fidelizzando i clienti ed espandendo la SOV (Share of Voice), i brand possono mostrare e persino testare i prodotti ascoltando i feedback dei clienti più fedeli.

Esempi di questo tipo di abbonamenti sono la BarkBox, pet-friendly e personalizzabile, l’abbonamento bimestrale a libri e romanzi offerto da Romanzi.it e, per gli amanti della musica, c’è Vinyl Me, Please

I vantaggi degli abbonamenti nel settore del retail

Relazioni a lungo termine e coerenza

Nell’ambito del retail le scatole in abbonamento rappresentano un servizio che i brand possono offrire a un prezzo accessibile, dimostrandosi un’opzione d’acquisto vantaggiosa sia per il cliente che per il venditore. Mantenere la qualità e l’eccellenza durante il percorso end-to-end dei clienti è qualcosa che aiuta a mantenerli abbonati ai servizi offerti. 

Dall’iscrizione alla gestione dei metodi di pagamento, ai tempi di consegna e al mantenimento del prodotto, i clienti iniziano a creare un rapporto di fiducia e anche a promuovere il marchio.

I nuovi brand sotto i riflettori!

Le scatole di bellezza sono molto conosciute per riunire diversi brand insieme e collaborare ad offrire ai clienti un prezzo più basso nella creazione di routine personalizzate di cura della pelle, trucco e igiene.

Ciò è significativo per i brand più piccoli che stanno avviando la propria attività perché dà loro l’opportunità di vendere i propri prodotti accanto a marchi più grandi. Ciò fa sì che i clienti vedano direttamente come funzionano i prodotti e valutino se vale la pena comprarli nuovamente.

Pagamenti facili e previsioni di vendita

Con un continuo cambiamento nel comportamento dei clienti e grandi rivoluzioni economiche in corso, i clienti desiderano sconti e i venditori vogliono vendere. Le scatole in abbonamento si caratterizzano per offrire un prezzo più basso ai clienti. Dall’altro lato, i venditori possono misurare più precisamente quanto guadagneranno con le vendite di un determinato mese. Inoltre la maggior parte delle scatole in abbonamento funziona con un sistema a incasso automatico o ad addebito ricorrente su carta di credito, rendendo il pagamento più facile per i clienti e più sicuro per i venditori, senza che questi corrano il rischio di non ricevere i pagamenti. 

Il futuro dell’economia degli abbonamenti

Per i servizi in abbonamento già esistenti, le aziende stanno ancora perfezionando i dettagli man mano che procedono e stanno lavorando per mantenere i clienti soddisfatti, coinvolti e abbonati a lungo termine. 

Accogli i cambiamenti che l’economia degli abbonamenti può portare! Questo nuovo modello di vendita spesso include maniere innovative per raggiungere il pubblico e mantenere il dialogo dopo la vendita iniziale. Se il tuo business trae beneficio dal coltivare relazioni con i clienti (e questo vale per quasi tutte le attività), qualche aspetto dell’economia degli abbonamenti ti aiuterà sicuramente a raggiungere i tuoi obiettivi.

Leggi altre: storie simili a questa
Trends

Usedesk, il vincitore di VTEX Accelerator, ottimizza il servizio clienti

Nelle operazioni di ecommerce di solito si crede che quando si tratta di servizio clientI sia necessario scegliere…

Lalo Aguilar
Lalo Aguilar
Trends

I 4 retailer che dimostrano l’efficacia del Live Shopping

Il Live Shopping, l’esperienza di acquisto online che combina un video in diretta con le funzionalità di un…

Lalo Aguilar
Lalo Aguilar
Trends

Dropshipping: che cos’è?

Quando si tratta di gestire un’operazione ecommerce, bisogna prendere in considerazione diversi fattori chiave, specialmente quelli che riguardano…

Gabriela Porto
Gabriela Porto
Trends

L’azienda che ha vinto VTEX Accelerator, Photoslurp, mescola i contenuti creati dagli utenti all’ecommerce

I social network hanno trasformato milioni di persone in creatori di contenuti durante l’ultimo decennio. L’ascesa degli influencer…

Lalo Aguilar
Lalo Aguilar
Trends

ChatCenter, vincitore del VTEX Accelerator Program, sta umanizzando l’assistenza clienti nell’ecommerce

L’automazione richiesta dall’ecommerce ha permesso sia alle aziende di risparmiare sui costi legati alle vendite sia ai clienti…

Lalo Aguilar
Lalo Aguilar
Trends

Il modello dell’economia circolare: buone pratiche per l’ecommerce

“Economia circolare” è diventata un’espressione estremamente popolare negli ultimi anni. L’economia circolare viene percepita come la soluzione all’attuale…

Sorana Gheorghiade
Sorana Gheorghiade
Trends

Commercio conversazionale: Una tendenza del retail online da adottare

Se c’è una cosa che il distanziamento sociale imposto dalla pandemia ha dimostrato è che gli umani apprezzano…

Gabriela Porto
Gabriela Porto
Trends

5 elementi che mostrano che il futuro dell’ecommerce è il Live Shopping

Il Live Shopping, l’esperienza di shopping online che combina un video in live streaming con le funzionalità di…

Lalo Aguilar
Lalo Aguilar
Non categorizzato

Cos’è il live shopping?

Nel 2020 i lockdown hanno reso difficile o quasi impossibile recarsi fisicamente nei negozi, eliminando così tutti gli…

Lalo Aguilar
Lalo Aguilar
Scoprine di più